Accueil > [Archives] Vendée Globe > Bateau > Come nostro navigatore vede il suo 60 piedi

Come nostro navigatore vede il suo 60 piedi

Toutes les versions de cet article : [français] [italiano]

una parola sola : robusta

È vero, Team Plastique non è un 60 piedi dell’ ultima generazione, certo è uno degli scafi più anziani della flotta e bisogna essere realisti, non è veloce come la maggior parte degli altri concorrenti. In media ha il 25% di potenza in meno. Altro dettaglio che mi distingue dagli altri navigatori : la mia barca è l’unica ad avere una chiglia fissa, tutte le altre hanno delle chiglie mobili Per me comunque la priorità resta innanzitutto quella di essere a bordo di un monoscafo affidabile, che soddisfa le mie esigenze e sono veramente soddisfatto della coppia che formiamo

Un evento che si prepara anche sulla terra

Abbiamo realizzato una grossa manutenzione sul 60 piedi ed abbiamo cambiato tutto ciò che era logorato a bordo, senza toccare l’opera viva, né la stazza. La preparazione di una barca richiede una grande preparazione tecnica, fisica ed umana. Bisogna essere molto organizzati, occuparsi di tutte le attrezzature di sicurezza, delle comunicazioni, della salute, dell’abbigliamento, dell’alimentazione e ben altro ! È’ una barca da regata che richiede molti sforzi fisici e bisogna essere preparati. Su questi "mostri di potenza" la tecnica non basta : in corsa, bisogna essere capaci di alternare dei lunghi periodi meno attivi a degli sforzi intensi al momento delle manovre.

Niente di scontato

Per fortuna non c’è niente di scontato nella Vandée Globe. È questo del resto che fa il fascino di questa regata estrema.